Disintossicazione cominciata

Chi mi conosce bene sa che è da tempo che sto pensando di cancellare il mio account da Facebook perché lo reputo lo specchio distorto di questa nostra società: la gente con una tastiera in mano, si trova più attributi di quel che nella vita reale ha, facendo di un gioco, perché in realtà di questo si tratta se ci pensate bene, una rottura di palle indescrivibile che sinceramente mi ha stufato. Stuoli di filosofi con la terza elementare, gente che coi link smonta il mondo, politici con la soluzione a tutti i problemi sono tra i casi migliori che si trovano in giro sul social network in blu: sinceramente e schiettamente sono proprio la gente da cui sono sempre scappato.
Ecco perché da qualche giorno evito di postare foto o pensieri se non arrivano da qualche altro mezzo come g+ che trovo molto più a misura di uomo sapiens o da Twitter quando gli affido il pensiero di un momento.
L’app ce l’ho ancora installata ma rimane lì giusto per vedere quando mi tagga qualcuno in qualche post. Quanto durerà? Non ho ancora deciso, ma sinceramente non ne sento la mancanza per ora.

By |2014-03-07T20:50:18+00:00Mar 7th, 2014|Il libro della Vita|0 Comments

About the Author:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.