Il mio raduno nazionale

Il pensiero sfiora quei sanpietrini che facevano da tappeto alla nostra
parata, passa sotto scarichi e ruote che di chilometri per poter dire
“io c’ero” ne hanno fatti pochi o tanti, non importa, importa solo quella
voglia di stare insieme che è difficile da spiegare a parole per chi ci vede
da fuori.. poi prende quota e sfiora le visiere di quelli che c’erano, si stupisce
perchè c’è un minimo comun denominatore dietro quella parete di plastica
trasparente, il sorriso. Si quasi 600 persone che sorridono contemporaneamente,
a quella curva da cui si vede il colosseo, o il bianco marmo di uno di quei simboli
di quest’Italia che noi tutti critichiamo, ma alla fine amiamo perchè ci emoziona
ancora, passando fra i suoi monumenti. Poi sale ancora di più e si posa su una
nuvola, ad osservare i fumi dei burn-out che salgono mossi dal vento e il suono
degli applausi che celebrano un’altra storica avventura. Sente vicino a se dei
rumori, vede degli angeli che confabulano tra loro e con gli occhi lucidi sorridono,
e il vento gli porta una frase “anche noi siamo qui con loro”..

Grazie per tutte le emozioni che ho vissuto in quel weekend.. :blush_tb:

By |2009-07-02T15:57:56+00:00Luglio 2nd, 2009|Il libro della Vita|0 Comments

About the Author:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.