Internet e la privacy dopo Prism

E’ notizia ormai conclamata che la NSA spia le comunicazioni che passano su internet con il bene placido di alcuni tra i provider di servizi più in vista nel web come Google, Facebook, Dropbox per citarne alcuni. La cosa migliore però è, come testimoniano i documenti trafugati e poi divulgati da Snowden, che esiste un’unità con acronimo TAO che fa come mestiere il bucare e mettere backdoor per conto del governo americano su quelli che sono i target da lui definiti.

Ovviamente i sistemi a loro disposizione sono talmente avvanzati a livello tecnologico che dove vogliono entrare, entrano. Ma la cosa agghiacciante è che preferiscono prendere possesso delle reti dei loro bersagli in maniera da sniffare tutto il traffico che passa su quelle reti, per poi catalogarlo a loro piacimento.

Per fare un esempio vecchio stile, è come se alla posta ci fosse un ufficio preposto a leggere la vostra corrispondenza, prima che questa sia recapita a voi.  Non mi dilungo su questo discorso perchè è ampiamente trattato da esperti e ci si può fare un idea di cosa sia in grando di fare la Tao leggendo questo e quest’altro articolo, ma voglio esprimere la mia opinione in merito a come mi sento e come agirò per garantire la mia privacy: non ho nulla da nascondere ovviamente, ma se mando a quel paese la mia fidanzata, voglio che rimanga una cosa tra me e lei e non tra me, lei, google e chi sa chi altro.

Per prima cosa sto pensando di tornare ad usare un vps dove spostare tutta la mia posta personale che ora risiede su gmail, in maniera da levare di torno il signor google. Secondariamente sempre sullo stesso vps sto vedendo di installare un servizio di clouding privato in maniera da levare dalle palle dropbox e similari.

Per quanto concerne la privacy, sto usando sempre più spesso Tor e la sua rete anonima per il browsing di tutti i giorni e l’https per i siti che lo supportano, i documenti principali stanno sul mio pc su cui ho installato software libero (Debian Linux come sistema operativo) e non più proprietario. Sui social network le mie informazioni sono ridotte all’osso e così resteranno.

Questo è quello che farò io, voi pensateci perchè sembra che la libertà anche su internet stia sparendo….

 

By |2013-09-10T15:20:33+00:00Settembre 10th, 2013|Tecnologia|0 Comments

About the Author:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.