Pensieri ai 140 kmh

Eccomi leggero, libero, due ruote che corrono veloci, un motore che canta e la
solitudine così agognata, sancita dalla visiera chiusa del casco. Il mondo ci sbatte
contro come l’aria che spinge forte, ma non può entrare: finalmente sono solo
io.. Dicono che non si può pensare a questa velocità, dicono che tutto te stesso
dev’essere concentrato perchè qui la vita scorre in frazioni di secondi, dove devi
decidere se frenare, accellerare, buttarti in piega oppure solo andare via così.
Per me non è così, qui penso, qui lascio che tutto quello che ho in testa giri e
finalmente guardo le cose da una nuova dimensione e non che tutto sia più chiaro
ma in quel preciso istante mi sento libero, solo me stesso e la mia moto. Tutto ciò
che voglio. Vedo quella curva in lontanza, forse dovrei diminuire il gas ma non ci
riesco, la voglia di sentire la vita che corre al ritmo che le do io è più forte. Lei si
avvicina sempre più, l’adrenalina sale, le due dita vanno verso la leva del freno,
ma se non frenassi? se lasciassi che sia? Sempre più vicino, sempre la stessa
velocità, le dita ferme sulle leve che aspettano: arriverà il comando dal cervello?
Le dita stringono la leva, la staccata è fatta, la piega è cominciata.. l’asfalto da un
lato è sempre più vicino e man mano che la passo il sorriso si allarga nel casco.
Riapro e torno a velocità di crociera.. e la vita mi scorre ancora veloce ai lati della
visiera.

By |2009-04-17T09:01:37+00:00Apr 17th, 2009|Il libro della Vita|2 Comments

About the Author:

2 Comments

  1. NuvoleSparse Apr 18, 2009 at 7:29 am - Reply

    Sei pazzo! 🙂

    Ma c’è un limite di velocità per i post??
    Se ci fosse… 😀

  2. Beacher Apr 20, 2009 at 1:36 pm - Reply

    stavo in germania ovviamente :happy_tb:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.