Precarietà

Oggi quando sono tornato dal lavoro, mia mamma mi ha dato la notizia che una signora che conoscevamo da tanto tempo è morta. E’ andata in bagno per prepararsi per uscire e non è più uscita. Si era malata, ma questo non toglie che sta mattina tutto sembrava “normale”, una di quelle mattine che sul calendario passano senza lasciare un segno. Sta sera ad un’amica su msn scrivevo “addenta la mela” parlando del suo prossimo acquisto del iphone ma è una metafora che mi fa meditare anche ripensando a questo evento, se mettiamo la mela come la vita: penso che ognuno di noi debba cercare di addentare la “sua mela” più profondamente che può, fino ad arrivare al nocciolo, perchè può succedere che un giorno qualsiasi sul calendario, che sembrava uno dei tanti, diventi quello che segna la fine del calendario e forse la cosa migliore che possiamo fare per apprezzare al meglio il dono della vita è proprio quello di cercare di buttarci dentro tutto noi stessi, inseguire quello in cui crediamo,  cercando di rispondere sempre si alla domanda “sei felice?”, solo allora l’ultimo giorno sarà cmq un bel giorno, perchè chiuderemo con un bilancio in positivo.

By |2009-10-19T23:31:53+00:00Ottobre 19th, 2009|Il libro della Vita|2 Comments

About the Author:

2 Comments

  1. danylo Ottobre 20, 2009 at 8:56 am - Reply

    Concordo in pieno con quello cha hai scritto, la vita va vissuta fino in fondo ed ogni occasione persa non torna, viviamo la vita nel totale della sua essenza perché il “poi” è già passato.

  2. Lauretta Ottobre 22, 2009 at 3:12 pm - Reply

    Bello il paragone tra la mela e la vita 🙂
    ho trovato questo piccolo pensiero di Charlie Chaplin e mi piaceva l’idea di condividerlo in questo piccolo angolino…

    Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà
    difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
    Vivi come credi. fai cosa ti dice il cuore… ciò che vuoi….
    una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…
    prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.