FBMessenger: client stand alone per i messaggi di facebook su linux

E’ uscito finalmente per chi usa Facebook per comunicare attraverso i messaggi con i propri amici la versione stand alone (non serve aprire il browser per usarlo) di Messenger per Linux 🙂

Potete chiaccherare con i vostri amici, ricevere gli aggiornamenti degli status e le richieste di amicizia direttamente all’interno dell’applicazione 🙂

Si presenta così:

fbmessenger_2

 

Per installarlo sulla vostra ubuntu box dovete dare questi comandi in sequenza 🙂

 

By |2013-04-19T16:31:43+00:00aprile 19th, 2013|Tecnologia|0 Comments

Installare i google fonts in ubuntu

Come tutti sappiamo Google offre un sacco di caratteri molto carini che possono tornarci utili per i nostri lavori. Qui scopriamo come fare per installarli in locale sulla nostra ubuntu 😉

Copiamo e incolliamo i seguenti comandi uno a uno in un terminale:

Una volta finita l’installazione potremo andare nel menù dei programmi e trovare typecatche: in questa comoda interfaccia potremo cercare i vari caratteri vedendo un’anteprima e subito dopo installarli nella nostra linux box 😉

By |2013-03-19T17:32:54+00:00marzo 19th, 2013|Tecnologia|0 Comments

Installare libreoffice 4 su ubuntu 12.10

Hanno rilasciato l’aggiornamento della suite di programmi LibreOffice che tocca la versione 4. Vediamo come aggiornare quello presente sulle nostre macchine con ubuntu 12.10.

Apriamo un terminale e inseriamo i seguenti comandi:

Alla fine del procedimento avremo la nostra suite aggiornata e potremo godere di tutti i benefici che ne derivano 😉

By |2013-03-07T15:39:16+00:00marzo 7th, 2013|Tecnologia|0 Comments

Wifi su ubuntu e Macbook pro

Come molti sanno io uso sul mio macbook pro come unico sistema Ubuntu 12.10 con installato kde. Questo perchè mi trovo a mio agio con questo sistema operativo più che con altri, ho provato sia windows sia mac osx (li uso anche in ambito lavorativo) ma nessuno mi ha mai trasmesso quella libertà che ho con ubuntu e linux in generale.

Fatta questa premessa ho riscontrato un piccolo problema con il wifi dovuto ai driver non proprio ad hoc che girano per le schede Broadcom, che montano i Macbook: ogni tanto il wifi si inceppa… 👿

Dopo aver fatto qualche prova ho scoperto la maniera per sistemarlo. Dovete aprire terminal e inserire questo comando:

sudo iwconfig eth1 power off

Disabilitando la gestione energetica tutto magicamente torna a funzionare come si deve 😉 speriamo provvedano presto a sistemare i drivers.

By |2013-03-06T15:39:27+00:00marzo 6th, 2013|Tecnologia|0 Comments

Backup dei propri dati con Rsync

Rsync è un software per Unix che sincronizza file e cartelle da una posizione all’altra minimizzando il trasferimento di dati utilizzando quando possibile lacodifica delta.

Un’importante caratteristica di rsync che non trova riscontri in programmi/protocolli simili è che il mirroring avviene attraverso una sola trasmissione di dati per ogni direzione di comunicazione.

Come possiamo sfruttarlo per fare un backup aggiornato dei nostri dati? Leggete il seguito e lo scoprirete 😀

Per prima cosa decidiamo cosa backuppare e dove, una volta fatto questo apriamo un terminale e digitiamo questo comando:

rsync --delete -azvv /cosa/vogliamo/backuppare/ /dove/vogliamo/fare/il/backup


Questo comando cosa combina? Adesso andiamo a analizzare opzione per opzione per capire meglio:

–delete serve per cancellare i file che non sono più presenti nella nostra cartella di cui vogliamo fare il backup, in maniera da tenere una copia sempre aggiornata;

-a serve per settare il byte di archivio, utile per i backup incrementali;

-z serve per comprimere i files durante il trasferimento in maniera da risparmiare tempo;

-vv serve per vedere che combina, il cosidetto verbose mode.

Una volta che ha finito vi troverte la copia esatta della vostra directory nel percorso che avete specificato prima come destinazione del backup. Ovviamente con questo comando ogni volta che lancerete verranno copiati solo i files modificati, cancellati quelli che non esistono più e lasciati gli altri in pace, lasciando ovviamente invariati la data di creazione dei vari files.

By |2013-02-08T16:57:12+00:00febbraio 8th, 2013|Tecnologia|0 Comments