Qualche consiglio per la notte di San Lorenzo

Tra poco ci sarà la notte di San Lorenzo e i più fortunati scoveranno nel cielo una striscia luminosa a cui affidare i propri desideri 🙂 Come fare per avere più chances di vedere qualche stella cadente? Ecco qualche consiglio:

Consiglio N.1: è necessario osservare verso Nord-Est (qui infatti sorge la costellazione di Perseo) da un luogo ESENTE da inquinamento luminoso, meglio in alta montagna o su una spiaggia buia in riva al mare.

ConsiglioN.2: bisogna stendersi a terra o mettersi su qualcosa simile ad una sedia a sdraio, disponendosi eventualmente a semicerchio se si è in un gruppo di parecchie persone. In questo caso si può fare una statistica, registrando il numero di meteore ogni 5 minuti per costruire un utile istogramma dell’andamento dello sciame.

Consiglio N.3: le meteore bisogna guadagnarsele, nel senso che non bisogna avere fretta, ma attendere con pazienza, magari divertendosi ad osservare (in luoghi bui !) la meravigliosa Via Lattea estiva.

Con le moderne macchine REFLEX digitali è anche agevole riprendere le Perseidi più luminose.E’ necessario porre la macchina fotografica su un cavalletto fisso, con un obiettivo da 30-50 mm rivolto verso la costellazione di Perseo, ed una sensibilità di 200-400 ASA. Siccome le ‘stelle cadenti’ arrivano all’improvviso, è ovviamente impossibile riprenderle all’ istante: si devono quindi fare pose continuative di 5-10 minuti, sperando di ritrovare, tra le strisce stellari, anche qualche scia meteorica. In alternativa, una posa anche più breve potrà essere chiusa non appena si fosse percepito visualmente l’arrivo di una Perseide sufficientemente luminosa.

By |2013-08-07T15:52:27+00:00agosto 7th, 2013|Attualità|0 Comments