Come tenersi windows xp isolando i rischi per la sicurezza

Oggi, come avrete sicuramente saputo, finisce l’ultimo termine per il supporto ufficiale da parte di Microsoft per Windows xp. Ebbene si, il buon sistema operativo dopo ben 13 anni di utilizzo sui pc di tutto il mondo va in pensione e secondo me lasciando un buonissimo ricordo.

Quali sono i rischi che ci sono a tenersi un sistema operativo non supportato? Il primo e più scomodo è quello della sicurezza. Ogni martedì del mese Microsoft in genere rilasciava (rilascia) le patch per correggere i buchi nella sicurezza del suo software, da oggi per xp questo non avverrà più. Questo espone il tutto a una preoccupante escalation di possibili nuovi virus, malaware e intrusioni. Quindi non è saggio tenersi un prodotto del genere.

Sento già la domanda che si leva in fondo alla sala “io ho un programma che gira solo con xp, come faccio a tenermelo buono?”. Ecco la soluzione è quella di virtualizzare la macchina con windows xp con prodotti come Virtualbox e installare lì sopra i programmi che proprio non vogliono sapere di essere aggiornati o girare con windows 7, windows 8, linux, mac osx.

By |2014-04-08T17:11:00+00:00aprile 8th, 2014|Tecnologia|0 Comments

Pulire la cache arp

Ogni tanto quando si presentano problemi di rete serve pulire la cache di arp, dove vengono salvati i mac address delle schede di rete dei vari apparati. Il MAC address è l’indirizzo fisico della scheda, che fa riferimento al produttore della scheda stessa e al seriale progressivo.

Per fare questo sotto mac osx è sufficiente lanciare questo comando da terminale:

Mentre la controparte windows sotto riga di comando è:

 

By |2013-11-13T14:41:48+00:00novembre 13th, 2013|Tecnologia|0 Comments

Come consentire l’accesso a condivisioni senza password

Vi sarà capitato di avere un pc con windows xp installato che funziona anche come server della vostra rete casalinga e di dover condividere una cartella con utenti che non hanno password. Ogni volta che tentate di connettervi vi da un errore dicendo che la password o l’utente non sono validi.

Questo è dovuto alle nuove policy per la sicurezza di Windows, infatti vi consigliamo di non lasciare mai utenti senza password soprattutto su pc che sono connessi a internet perchè senza le adeguate protezioni (firewall e antivirus) potrebbero essere molto nocive per i dati contenuti sul vostro pc e potreste trovarvi nella migliore delle ipotesi a dover formattare tutto.

Detto questo, tornando al vostro problema la soluzione è copiare queste linee di codice in un nuovo documento di testo e salvarlo come consenti.reg:

Windows Registry Editor Version 5.00 [HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetControlLsa]  “limitblankpassworduse”=dword:00000000

Una volta fatto dovete farci doppio click e quando vi dirà che le informazioni sono state aggiunte nel registro riavviare il vostro server. Una volta ripartito dovreste essere in grado di collegarvi alle cartelle condivise senza password.

 

By |2012-07-20T17:40:41+00:00luglio 20th, 2012|Tecnologia|0 Comments