Ecco il libro che mi ha tenuto compagnia in questi giorni durante i miei spostamenti in treno 😉 Ho continuato a leggere di quest’autore perchè nell’ultima legione di cui ho scritto qui mi aveva affascinato con il suo modo di scrivere e così l’altro giorno alla Feltrinelli ho scelto un altro titolo scritto da lui.
Le aspettative non sono state deluse, questa volta narra di Marco Metello Aquila che dopo mille peripezie riesce a scappare dalla prigionia da una miniera in Persia con un manipolo della sua legione, la Seconda Augusta e si ritrova in Cina dove scoprirà l’amore che pensava perduto sotto le mura di Edessa trafitto dalle freccie traditrici e che non è il primo romano che mette piede in quel paese dove tutto è così diverso da Roma e l’ Impero.
Consigliatissimo, io l’ho letteralmente divorato.